FAQ - Domande frequenti

Quanto dura un percorso di coaching?

Un percorso di coaching dura mediamente da 3 a 6 incontri, a seconda del tipo di obiettivi da raggiungere e della situazione di partenza. Con il coaching è possibile raggiungere risultati in tempi rapidi. Il nostro impegno è rivolto a produrre risultati concreti in tempi brevi.

Come si svolge una sessione di coaching?

In ogni sessione di coaching il coach e il coachee (cliente) stabiliscono un obiettivo per quell’incontro e lavorano insieme per raggiungerlo. Il coach guida il cliente utilizzando vari strumenti quali, ad esempio, domande, simulazioni, esercizi, visualizzazioni, ecc. Ogni  incontro termina poi con l’individuazione di compiti specifici da svolgere  entro la sessione successiva. Il lavoro prosegue tra una sessione e l’altra attraverso  follow-up telefonici o via e-mail.

Qual è la differenza tra il coaching e una terapia?

La (psico)terapia ha l’obiettivo di curare e modificare aspetti della personalità che possono risultare disfunzionali per il paziente, ricercandone il senso nella storia della persona. Il coaching  invece mira a creare nuove possibilità di sviluppo per la persona, facendo leva sulle risorse, per realizzare la vita che realmente desidera.  In altri termini possiamo affermare che la terapia si occupa soprattutto della linea che si muove tra il presente e il passato, mentre il coaching è orientato maggiormente allo spazio che c’è tra il presente e il futuro.

Bisogna avere qualche conoscenza specifica per intraprendere un percorso di coaching?

Non è richiesta alcun tipo di conoscenza tecnica da parte del cliente. Partiamo invece dal presupposto che il coachee (cliente) sia il maggior esperto per quanto riguarda la propria vita: il nostro compito è quello di fare in modo che egli/ella possa accedere pienamente alle proprie competenze.

Perché è così efficace il coaching?

Perché è estremamente pratico e orientato alle soluzioni, anziché a lunghe e dispersive ricerche sulle possibili cause di un problema.

E’ possibile anche fare coaching a sé stessi?

Attraverso un percorso di coaching si acquisice un nuovo modo di affrontare i problemi oltre a strumenti specifici per la gestione di situazioni particolari. Tutto ciò entra a far parte del bagaglio di competenze personali del nostro cliente. Egli diventa così autonomo ed in grado di praticare anche del self-coaching.

Con un coaching si possono cambiare anche altre persone?

Con il coaching non si possono cambiare altre persone che non sono presenti e che magari non ne hanno alcuna intenzione. Deve partire necessariamente da noi stessi il cambiamento che vogliamo vedere intorno a noi. Teniamo  comunque presente che in un’ottica sistemica al cambiare di un elemento del sistema si modifica l’intero sistema.

 

Contattaci per un primo colloquio gratuito!

 

DICONO DI NOI

Antonello S. – manager area tecnica

Ho ricevuto molti spunti per migliorare la gestione di aspetti inerenti sia la vita privata che lavorativa.

PROSSIMI EVENTI

  • PNL Base

      Bolzano, 9-10-11 giugno 2017 Attraverso questo corso scoprirai la Programmazione Neuro-Linguistica ...
  • NLP Coach & Facilitator

      Bolzano, gennaio-giugno 2017 Attraverso questo percorso potrai apprendere le conoscenze e ...
Banner

CERTIFICATI

hbdi1 success1 metalog icf mBraining